“Beato lui!” finalista a Schegge d’Autore 2010


Con vero piacere annunciamo l’avvenuta selezione del nostro ‘Beato Lui!’ tra i corti finalisti del concorso nazionale per autori teatrali “Schegge d’autore” ed. 2010.

Saremo dunque in scena per tre giorni, il 29-30 aprile (ore 20.30) e il 1 maggio 2010 (17.30), presso il Teatro Tordinona di Roma, in Via degli Acquasparta, 16 Roma 00186  (zona piazza Navona – tel 06/68805890).

Gli spettatori potranno assistere a ben sei corti finalisti.

All’ingresso dovrete specificare comunque che siete venuti per ‘beato lui!’.

Veniteci a trovare in teatro!

Il cartellone completo della rassegna è QUI.


Uno spot per… la collaborazione tra genitori separati

Come avrete già capito, di separazioni e divorzi ci occupiamo quotidianamente.

Oggi vogliamo segnalarvi un piccolo spot che intende promuovere la bigenitorialità,

incoraggiando la collaborazione tra i genitori che si separano, nell’interesse dei figli.

Lo ha realizzato un’associazione di papà separati (ASSOCIAZIONE PAPA’ SEPARATI E FIGLI ONLUS);

non li conosciamo, ma lo spirito del loro video ci è piaciuto davvero.

Fateci sapere se piace anche a voi.

Bigenitorialità






Un successo

E’ stato, ora possiamo dirlo, un successo.
Ideare, scrivere, produrre e mettere in scena uno spettacolo teatrale (continuando naturalmente a curare come sempre a fondo la libera professione – senza trascurare nostra figlia!) è una fatica improba, che si affronta solo con grande incoscienza.
Ma è arrivato un grande riscontro di pubblico e anche di critica, e non possiamo che esserne felicissimi.

Ringraziamo tutti coloro che -sul palco e… dietro le quinte- hanno reso possibile quest’avventura; e nel riprendere appieno la gestione del sito anche dal lato professionale (sono in arrivo belle novità) vi segnaliamo il bel servizio-recensione che la brava giornalista Francesca Della Giovampaola (ancora grazie!) ha dedicato alla nostra commedia nel prestigioso TG di ROMAUNO TV.

Cliccate sul link e buona visione!

BEATO LUI! – Il servizio del TG di ROMAUNO TV (di Francesca Della Giovampaola)

(Se compare prima un messaggio pubblicitario, potete eliminarlo cliccando UNA VOLTA sulla crocetta nell’angolo superiore destro del riquadro video).



Nuovo spettacolo… TUTTI A TEATRO CON NOI!

LOCANDINA_OK-web-e-email
Comincia il nuovo anno… e abbiamo il piacere di annunciarvi l’imminente debutto del nostro spettacolo teatrale, che vi invitiamo a non lasciarvi sfuggire!

Anzi, per premiare i visitatori del nostro sito, abbiamo deciso di riservare a chi ci legge una speciale riduzione sul prezzo del biglietto d’ingresso (leggete più in basso), purché diciate al botteghino di essere utenti di www.spinozziecalanna.it!

Più sotto anche la trama…

IL PAPA IN SCENA A GENNAIO

Debutta a Roma “BEATO LUI!”, novità assoluta di Spinozzi & Calanna

con Pierre Bresolin, Tiziano Floreani e Roberto Zenca

regia di Sara Calanna


al Teatro Petrolini, sala Petrolini, Via Rubattino 5 Roma (zona Testaccio)

dal 12 al 31 gennaio 2010.

Spettacoli: dal martedì al sabato ore 21 – domenica ore 18

Biglietto: intero €12 RIDOTTO AD €8 PER LETTORI E UTENTI DI WWW.SPINOZZIECALANNA.IT

Botteghino: presso il teatro, 065757488 – consigliata prenotazione

GRUPPI:3273673025



Il papa è sparito dal Vaticano, e nessuno sa dove sia.

Nel frattempo quello che ha tutta l’aria di essere un alto personaggio in cerca di quiete s’insedia in una spoglia baita d’alta montagna, accudito da un’improbabile donna barbuta del luogo.
Ma un avventore misterioso giunge inaspettato a fargli visita…

Beato lui! è una commedia brillante, a tratti surreale, piacevolmente dissacrante. Adatto a tutte le età!
Protagonisti tre bravissimi attori, Pierre Bresolin, Tiziano Floreani e Roberto Zenca, diretti con maestria da Sara Calanna. Costumi di Anna Hurkmans.

Spinozzi & Calanna è il marchio artistico con cui si firmano Gioacchino Maria Spinozzi e Sara Calanna, autori e interpreti già premiati in rassegne nazionali di teatro.

Produzione: POVEROPIERO FILM & STAGE con G.M. Spinozzi

Il nome di ‘Skavalghen’ è di Mirella Spinozzi.

Per ulteriori informazioni contattateci attraverso il sito o inserendo un commento qui!

L’amore è eterno finchè dura. Ma quanto dura un matrimonio?

Circolano (in rete e non) le idee più diverse sulla durata media di un matrimonio; l’idea di molti è che ormai duri davvero poco.

Le cose non stanno del tutto così, e a dircelo è l’ISTAT, che annualmente pubblica le statistiche relative all’andamento delle separazioni dei divorzi in Italia.

L’ultimo rapporto disponibile riguarda i dati 2007, e rileva perciò (anche) i primi dati consistenti sull’affido condiviso.

La durata media dei matrimoni è pari a 14 anni per quelli conclusi in separazione e a 17 anni per le unioni coniugali terminate con la sentenza di divorzio (il che è abbastanza ovvio, visto che tra separazione e divorzio debbono passare almeno tre anni).Il 26,5% delle coppie di coniugi separatisi nel 2007 era sposato da oltre 19 anni. Diminuiscono invece le unioni coniugali terminate in separazione prima del quinto anniversari(16,8%).

L’affidamento condiviso dei figli è stato applicato al 72,1% dei figli affidati nelle separazioni (era il 38,8% nel 2006).

All’atto della separazione i mariti hanno mediamente 44 anni e le mogli 41, mentre al divorzio rispettivamente 46 e 42 anni.

Chi vuole consultare i dati completi li trova qui.

PS: nonostante tutto, anche gli avvocati (noi compresi) continuano a sposarsi.




TRE MODI PER NON PAGARE L’AVVOCATO

Pochi lo sanno, ma esistono (almeno) tre modi per assicurarsi a costo zero (o almeno limitato) l’assistenza del proprio avvocato, garantendo comunque a quest’ultimo il pagamento delle spese e degli onorari.

Questo video vi spiega come fare… 😉

Aspettiamo i vostri commenti. Buona visione!

NB – Aggiornamento: alla luce delle intervenute modifiche legislative vi sono ora dubbi sulla praticabilità del patto di quota lite (il resto del discorso conserva la sua validità).

 

Chiedere i danni a un medico o a un ospedale. Inutile?

 

Nel valutare se avviare o meno una ricerca di risarcimento danni nei confronti di un medico, di un ospedale o di una casa di cura, viene spesso da chiedersi… se davvero ne valga la pena.

In particolare, è diffusa l’opinione per cui sia impossibile ottenere –soprattutto dal medico incaricato in giudizio quale CTU (consulente tecnico d’ufficio) del Tribunale- un giudizio negativo nei confronti dei colleghi il cui operato è sottoposto a giudizio.

Ma questo è, semplicemente, un luogo comune senza alcun fondamento.

Esistono per fortuna molti bravi professionisti indipendenti che valutano in modo imparziale l’operato dei loro colleghi e permettono dunque un’analisi obiettiva e libera dei fatti e (se è il caso) la ricostruzione delle responsabilità dei professionisti e /o delle strutture coinvolte; e molti sono ormai i giudizi che si concludono col positivo accoglimento di (fondate) domande che il danneggiato ha svolto attraverso il suo avvocato.

E’ stato da poco diffuso il resoconto di uno studio pilota compiuto dall’Osservato­rio sulla responsabilità del me­dico (Orme) esa­minando 1.900 sentenze del Tri­bunale civile di Roma dal 2001 ai primi tre mesi del 2007.

La percentuale di accoglimento di simili domande sarebbe pari al 60%; un dato già di per sé davvero elevato; e che cresce ancora di più se si considera che nel 40% di rigetti vanno anche conteggiate le cause promosse in modo imprudente, o senza alcun fondato motivo giuridico, o ancora senza prove sufficienti a sostegno.

Un simile dato dimostra tra l’altro come sia altrettanto infondato lo speculare pregiudizio –stavolta diffuso dal lato dei medici- per cui le cause sanitarie portino comunque a un qualche risarcimento per chi ‘si lancia’ in accuse anche del tutto infondate.

GMS

[Se avete voglia di discuterne, non esitate a inserire un commento!]

Un video musicale… scritto da noi

A dimostrazione del fatto che nella vita non esiste solo il diritto, vi segnaliamo l’uscita del nuovo video dei Wajiwa, “MAI”, al quale abbiamo avuto il privilegio di contribuire anche noi, quali autori del soggetto e della sceneggiatura.

Al progetto hanno collaborato diversi appartenenti al forum di Videomakers.net, la comunità di riferimento dei videomakers italiani.

Buona visione e buon ascolto a tutti!

Wajiwa – “MAI”

soggetto e sceneggiatura: Spinozzi e Calanna
regia e montaggio: Marcello Saurino e Enrico Barile
operatore/dop: Davide Micocci
scenografia: Agostino Iacurci
trucco: Alessandro Ramin
label: Sanluca Sound

produzione: DEVISEMPREVEDERE PRODUCTION 16:9 VIDEOLAB